Libroaperto

Tutto invecchia…

Cesare Brandi: “ove […] l’alterazione che si è prodotta nella materia dell’ opera d’arte non si presenti come il risultato di un processo ancora in atto e che pertanto debba essere arrestato ad ogni costo, […] l’istanza storica, che deve essere sempre tenuta nel debito conto, esige di non cancellare nell’opera stessa il passaggio del tempo, che è la stessa storicità dell’ opera in quanto si è trasmessa sino a noi”

L’intervento di restauro è giustificato quando i processi di degrado in atto porterebbero alla scomparsa del LIP (Livello di informazioni potenzialmente deducibili) – C. Federici, L. Rossi, Manuale di conservazione e restauro.

Il livello di informazioni storiche contenute nella materia è evidentemente massimo alla nascita dell’ oggetto, con una curva discendente in ragione del suo naturale invecchiamento, la cui velocità dipende dalla qualità dei materiali di fabbricazione e dalle condizioni di conservazione.
Brusche flessioni verso il basso sono dovute ad incidenti imprevisti o (ahimè!) a scriteriati interventi di restauro.

L’intervento del restauratore deve limitarsi a rallentare e stabilizzare la naturale tendenza degli oggetti all’ invecchiamento. E, se da un lato, il LIP viene, ineluttabilmente, parzialmente alterato dal restauro (talvolta è necessario ricucire un volume o sostituire alcune sue parti), nuove informazioni, inaccessibili se non al restauratore, possono venire alla luce.

11 January 2010 | Commenti: 0

Ancora nessun commento

Non ci sono ancora dei commenti

Scrivi qui il tuo commento

Indietro

Laboratorio Di Restauro

482487_10151341699518801_2122169218_n

Si eseguono interventi di restauro su LIBRI ANTICHI e MODERNI, PERGAMENE, STAMPE, MANIFESTI PUBBLICITARI e CINEMATOGRAFICI, FUMETTI, CARTE GEOGRAFICHE, PAPIER PEINTS, OGGETTI DI CARTA (SCATOLE, PARAVENTI, VENTAGLI, etc.)

Il laboratorio si è specializzato nel restauro di LIBRI DEL NOVECENTO, (prime edizioni, libri rari ed esauriti) con particolare cura nel recupero e mantenimento della veste editoriale originale.
(Quante meravigliose edizioni in brossura andate perse perché sostituite da “prestigiose” legature…)

I materiali e le procedure utilizzate si attengono al capitolato tecnico dell’ ICPAL (Ist. Centr. per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario) secondo una logica puramente conservativa.

Valentina Ferri

 

Foto di Carlo Rotondo


Non c’è Vascello che eguagli un Libro
Per portarci in Terre lontane
Né Corsieri che eguaglino una Pagina
Di scalpitante Poesia –
E’ un Viaggio che anche il più povero può fare
Senza paura di Pedaggio –
Tanto frugale è il Carro
Che porta l’Anima dell’Uomo –
(Emily Dickinson)

Un libro è un insieme di fogli stampati o manoscritti delle stesse dimensioni cuciti insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è ancora oggi lo “strumento principe del sapere”.  [Wikipedia]

La mia passione per i libri mi porta, dopo una decennale esperienza di libreria, ad interessarmi di restauro del libro.
Nel 2003 mi certifico addetta alla conservazione di manufatti cartacei.
Collaboro diversi anni con laboratori di restauro libri, stampe e restauro cartaceo in genere.
Nel 2009 apro il mio laboratorio: Libroaperto.
La mia è una ditta individuale, aperta a collaborazioni e scambi con altri professionisti del settore.

VAI AL BLOG DI LIBROAPERTO

Visto da vicino

(Clicca sulle immagini per ingrandirle)

MAPPA CATASTALE DI ORIATE – 1822