Libroaperto

Libro d’artista

Il libro d’artista nasce, nell’accezione più diffusa e condivisa, con le Avanguardie storiche del Novecento ed in particolare con il Futurismo; nel brano di Marinetti del 1922 dal titolo Gli indomabili si teorizza una smaterializzazione del libro consueto per una trasfigurazione e decontestualizzazione in forme e materiali che esaltino il contenuto di un libro-oggetto d’arte o ne indichino un senso inusuale ma sempre nell’esaltazione del valore culturale, formativo, creativo che un libro può ricoprire. Per realizzare questa esaltazione del libro nascono i libri indistruttibili con pagine in latta, copertine in legno spesso serrate con vistosi bulloni, come ad esempio la rilegatura che l’editore Dinamo Azari fece realizzare per il libro Depero futurista. Fortunato Depero fu tra i primi autori Futuristi a creare ‘libri d’Artista’ che ora sono visibili al MART di Rovereto (TN) con molti altri esempi di arti – ‘pure’ ed applicate – di quel movimento tutto italiano che fece capo a Filippo Tommaso Marinetti.

Si sostanzia in ‘pezzi unici’, o numerati in serie limitate a pochissimi esemplari, realizzati con tecniche miste tra le quali primeggia il collage che si alterna a parti stampate con caratteri tipografici ed a pagine, o frammenti di esse, tratte dalla quotidianità e dal mondo della pubblicità.

Emilio Isgrò negli anni sessanta presentò in gallerie d’arte e alla Biennale di Venezia, nel 1964, opere concettuali in forma di ‘libro d’artista’ dove l’operazione consiste nella cancellazione di alcune parole o intere righe con forti tratti neri che rendono quasi illeggibile il testo originale dello scrittore-autore del libro. Questa ed altre operazioni apparentemente ‘distruttive’ del lavoro creativo altrui, non hanno mai intento offensivo ma tendono ad una decontestualizzazione per cercare un ‘senso diverso’ ad una stessa opera, in linea con le tracce che il Dadaismo ed in particolare Marcel Duchamp lasciarono in eredità dal secondo decennio del XX secolo. Queste operazioni di letterale destrutturazione degli ‘originali’ spesso hanno contribuito a riportare l’attenzione del pubblico sulle ‘parole’ e sulle ‘immagini’ restituendo ad esse il proprio senso, letterale o simbolico.

Il libro d’artista è anche parte integrante dell’Arte postale e viene inteso come ‘oggetto’ ed insieme ‘luogo di cultura’ per l’artista e per il fruitore: questa la teoria proposta dalla storica dell’arte Daniela Palazzoli in pubblicazioni note e condivisa dal mondo dell’arte visuale e concettuale. Attuale ed interessante il parallelismo proposto tra libro post-tipografico ed i testi e supertesti che il Web ci mette a disposizione, recuperando un’esperienza sensoriale e non soltanto audio-visiva.

Particolarmente in Francia ed in Belgio sono diffuse le realizzazioni di libri d’artista con parti che riutilizzano materiali esistenti ed altre confezionate con ricami su tessuti o cartoncini colorati, con risultati naif molto decorativi e personalizzati.

Da http://it.wikipedia.org/wiki/Libro_d’artista

13 June 2011 | Commenti: 0

Ancora nessun commento

Non ci sono ancora dei commenti

Scrivi qui il tuo commento

Indietro

Laboratorio Di Restauro

482487_10151341699518801_2122169218_n

Si eseguono interventi di restauro su LIBRI ANTICHI e MODERNI, PERGAMENE, STAMPE, MANIFESTI PUBBLICITARI e CINEMATOGRAFICI, FUMETTI, CARTE GEOGRAFICHE, PAPIER PEINTS, OGGETTI DI CARTA (SCATOLE, PARAVENTI, VENTAGLI, etc.)

Il laboratorio si è specializzato nel restauro di LIBRI DEL NOVECENTO, (prime edizioni, libri rari ed esauriti) con particolare cura nel recupero e mantenimento della veste editoriale originale.
(Quante meravigliose edizioni in brossura andate perse perché sostituite da “prestigiose” legature…)

I materiali e le procedure utilizzate si attengono al capitolato tecnico dell’ ICPAL (Ist. Centr. per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario) secondo una logica puramente conservativa.

Valentina Ferri

 

Foto di Carlo Rotondo


Non c’è Vascello che eguagli un Libro
Per portarci in Terre lontane
Né Corsieri che eguaglino una Pagina
Di scalpitante Poesia –
E’ un Viaggio che anche il più povero può fare
Senza paura di Pedaggio –
Tanto frugale è il Carro
Che porta l’Anima dell’Uomo –
(Emily Dickinson)

Un libro è un insieme di fogli stampati o manoscritti delle stesse dimensioni cuciti insieme in un certo ordine e racchiusi da una copertina. Il libro è ancora oggi lo “strumento principe del sapere”.  [Wikipedia]

La mia passione per i libri mi porta, dopo una decennale esperienza di libreria, ad interessarmi di restauro del libro.
Nel 2003 mi certifico addetta alla conservazione di manufatti cartacei.
Collaboro diversi anni con laboratori di restauro libri, stampe e restauro cartaceo in genere.
Nel 2009 apro il mio laboratorio: Libroaperto.
La mia è una ditta individuale, aperta a collaborazioni e scambi con altri professionisti del settore.

VAI AL BLOG DI LIBROAPERTO

Visto da vicino

(Clicca sulle immagini per ingrandirle)

MAPPA CATASTALE DI ORIATE – 1822